Basket: Dinamo domani a Reggio Emilia

"Reggio Emilia non è la stessa dell'andata, sta bene, è cambiata radicalmente grazie all'innesto di quattro nuovi giocatori, è reduce da due grandi imprese in Europa, e sarà protagonista fino alla fine del campionato". In vista del "classico" di domani alle 18 al PalaBigi, dove due anni e mezzo fa i biancoblu conquistarono uno scudetto storico, il coach della Dinamo Banco di Sardegna, Federico Pasquini, mette tutti in guardia: se Sassari è reduce da tre vittorie che hanno accelerato la convalescenza dopo un gennaio in pessime condizioni, con sette sconfitte in otto match, la Grissin Bon Reggio Emilia non sta certo peggio. Certo, il Banco si presenta in Emilia con diverse certezze e molti stimoli, a iniziare dall'arrivo di Josh Bostic. "Veniamo da un periodo positivo e il suo innesto ci permette di sistemare alcune cose che fin qui ci sono mancate - è la sensazione di Pasquini - stiamo lavorando molto bene, sono convinto che potremo fare una buona partita e che avremo un buon futuro da qui a fine anno". Prima regola, scordarsi della gara d'andata. "È impossibile qualsiasi paragone, domani si incontreranno due squadre molto diverse - sentenzia il tecnico della Dinamo - la partita si deciderà in difesa, se sapremo fare un passo avanti e spalmare in 40 minuti l'efficacia difensiva vista con Torino, potremmo imporci sulla Grissin Bon". L'unica incognita è l'infermeria, anche se "Shawn Jones sta sempre meglio e si iniziano a rivedere degli sprazzi del suo stato di forma", annuncia Pasquini piuttosto sollevato. Quanto a Rok Stipcevic, che nei giorni scorsi si è allenato col tutore, "vediamo la reazione in queste ultime ore prima di decidere se inserirlo a Reggio, mentre ci sarà per Krasnoyarsk". E rientrerà direttamente in Champions anche Jack Devecchi.(ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Sardegna News
  2. Sardegna News
  3. AlgheroEco

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Uri

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...